Spese di spedizione gratuite oltre i 49 €
Coriandolo e chlorella, un mix vincente contro i metalli pesanti

Prima di tutto occorre precisare che "metalli pesanti" non è sinonimo di "metalli tossici": un MP (metallo pesante) è un elemento chimico con peso specifico superiore a 5,0 (5 volte più denso dell’acqua).

Alcuni sono indispensabili per la vita (oligoelementi), ma a dosaggi elevati risultano tossici, come il ferro, il rame, il manganese e lo zinco. Un’altra tipologia di metalli pesanti è usata invece a scopo terapeutico: il bismuto, il gallio, l’oro, il litio e l’argento.

Poi ci sono quelli che, a qualunque dosaggio, sono solamente tossici: piombomercurioalluminioarsenicocadmio; sono aggressori invisibili ma potenti che possono comportare danni seri sia ai vasi sanguigni che ai nervi, fino ad arrivare direttamente ai tessuti ledendo la membrana cellulare in modo irreversibile.

Ecco perchè dovremmo ricorrere agli aiuti che la natura ci offre per combattere questi nemici invisibili, cui siamo continuamente esposti:

la CHLORELLA è un'alga d’acqua dolce che agisce come una resina a scambio ionico e ha un buon effetto nel legare i metalli nello stomaco, soprattutto il mercurio: ne interrompe la circolazione ed evita che essi vengano assorbiti a livello intestinale e che arrivino a fegato e reni. Il problema è che non è altrettanto efficace nel mobilitarli ed espellerli dal tessuto nervoso (sede in cui si vanno ad accumulare la maggior parte dei metalli pesanti più pericolosi);

la tintura madre di CORIANDOLO invece ha la capacità di attraversare la barriera ematonecefalica grazie al mercaptano, chelando i metalli pesanti presenti a livello del sistema nervoso; essi però una volta estratti rimangono in circolazione e non vengono efficacemente espulsi dall’organismo. È quindi necessario abbinare il coriandolo ad altre sostanze efficaci nell’espulsione.

Ecco che allora vi proponiamo un abbinamento vincente: CORIANDOLO e CHLORELLA, in modo che il primo possa rimuovere i metalli tossici dai tessuti più profondi e la chlorella possa favorirne l’eliminazione attraverso l’intestino.

Per ottenere un risultato migliore, si consiglia di assumere vitamina C, possibilmente lontano dall'alga, per migliorare ulteriormente l'effetto detossinante grazie alle proprietà antiossidanti che neutralizzano i radicali liberi che si liberano da qualsiasi processo di depurazione.